20 maggio 2007

Balconaggio!!

Stamattina un commento lasciatomi da Bea (ciao Beeeaaaaa!!! ) mi ha spronata a parlare di orto sul balcone (mi viene spontaneo chiamare questa attività balconaggio, sappiatelo).
Anch'io a volte leggo parole scritte da altri e mi rendo conto che rispecchiano perfettamente la mia opinione, anche se non sarei mai riuscita ad esporre gli stessi concetti con la medesima chiarezza; oppure mi capita di leggere su forum o blog altrui pensieri su un tema che avevo deciso di affrontare nel mio spazio...

Oggi sono rimasta particolarmente colpita da una coincidenza: l'articolo odierno pubblicato su Italia Civile (Apologia dell'orto) mi sembra faccia pendant con le riflessioni di erbaviola su Quanto costa fare un orto, pubblicate qualche giorno fa. Avendo già pensato che fosse il caso di spendere due parole sull'argomento, mi sembra opportuno segnalare questi due scritti e rifletterci sopra.

Per quanto mi riguarda, è presto per i bilanci: sono al primo anno di balconaggio e non posso quantificare la produzione ottenuta, ma alcune considerazioni posso farle comunque.

Circa i costi sostenuti per approntare l'orto pensile, sono stati abbastanza contenuti. Molti vasi li avevo già, altri li ho dovuto acquistare ma tutto sommato le balconette, adatte a quasi tutte le coltivazioni, sono economiche. Se riuscite a usare materiali di recupero, i costi si riducono ulteriormente. Sempre erbaviola suggerisce diverse idee, alla quale ne aggiungo una mia: per le piante che hanno uno sviluppo radicale considerevole (ad esempio le radici degli zucchini, i miei almeno, tendono a svilupparsi molto verso il basso piuttosto che in larghezza), cercherò di procurarmi quei bidoncini di plastica in cui solitamente viaggiano olive in salamoia eccetera... per le piante che, al contrario, necessitano di vasi poco profondi, sono perfette le cassette della frutta (non troppo basse però) foderate con le buste nere della spazzatura e riempite di terra.
Come sempre, ingegnandosi un po' si evita di farsi spillare un sacco di soldi nei grandi magazzini che ti vendono di tutto e di più, purché sia assolutamente non indispensabile.

Non mi piace l'idea di acquistare le piante già pronte per la messa a dimora, così, tranne che per il lampone (ne vedete i frutti nella foto in alto) e alcune aromatiche, ho acquistato delle bustine di semi e mi sono preparata a fare tutto da sola. Una busta mediamente costa 70 centesimi, qualcosa in più se di provenienza biologica (la Coop dovrebbe averne una linea). E basta senz'altro per una intera stagione, il contenuto è eccessivo per qualsiasi balcone (molti semi, infatti, li ho dovuti regalare).

Le spese per l'acqua non sono aumentate; come ho scritto qualche giorno fa riesco a recuperare molta acqua dalle normali attività domestiche; non ho acquistato concimi (ci penserà, per l'anno prossimo, il compost, e... qualcosa di cui forse un giorno vi parlerò ); in linea di massima sono riuscita ad arrangiarmi per tutto, dai tutori (canne di bambù e simili) ai laccetti per legare i rami (quelli di metallo plastificato delle confezioni di pane a cassetta... li conservo da anni).

Insomma, senz'altro qualche spesa c'è stata, ma molto contenuta; mi ripagherà, spero, il sapore dei frutti; mi sta abbondantemente ricompensando lo stare tanto all'aria aperta e al sole e con le mani nel terreno (e il gatto intrufolato nei vasi) e sentire che, in qualche modo, qualcosa di magico, antico a profondo accade costantemente dinanzi ai miei occhi.

8 commenti:

  1. Che bella la tua ortizzazzione del balcone! I miei trascorsi (e dimenticati!) di linguista mi fanno venire spontaneo "balcone ortizzato" e "ortizzazione" :D
    L'articolo l'ho linkato alla mia guida su come fare l'orto sul balcone :)

    RispondiElimina
  2. Giusto per curiosità, quant'è grande il tuo balcone? Piacerebbe molto anche a me iniziare a fare qualcosa, ma temo di avere un balcone troppo piccolo (e già invaso di piante!).

    RispondiElimina
  3. Grazie, erbaviola! :)

    Yari, non è molto grande, sarà più o meno 4 metri di larghezza e 1.5 di "profondità"... se organizzi bene lo spazio, utilizzando portavasi da sospendere alla ringhiera, vasi quadrati o rettangolari - come le balconette - che sfruttano meglio la superficie, piante rampicanti o che si sviluppino in altezza, scaffali su cui sistemare i vasi... ci entra di tutto!!

    RispondiElimina
  4. ...ricambio il saluto e ci aggiungo un abbraccio!

    bea

    RispondiElimina
  5. ciao Vera! Non so piú come sono arrivata da te, ma che voglia di sperimentare queste coltivazioni sul balcone m'é venuta! A proposito, magari nn c'entra molto ma...ho un orribile insetto biancastro e minuscolo che ogni stagione torna ad ammazzarmi basilico, menta & co...sono disperata perché adoro le piante, fossero anche appunto, solo aromatiche...scartata ovviamente l'ipotesi chimica, sai mica se ci sono piante che contrastano l'allegro proliferare di questi piccoli mostri?

    RispondiElimina
  6. Ciao angie... purtroppo non so che insetto sia quello di cui parli, ma ti consiglio di scrivere un messaggio nel forum apposito di forumetici.org, qualcuno più competente di me potrebe capire di cosa parli e aiutarti... :)

    Spero di rivederti presto lì!

    Vera

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi! ^_^