12 giugno 2008

Cura per il seitan anemico

Avete presente quando all'improvviso vi viene un'idea, semplicissima e quasi ovvia, ma che ha poi delle conseguenze che cambiano in modo radicale e inaspettato quello a cui vi stavate dedicando?
E vi sentite felici di aver trovato "la soluzione", ma contemporaneamente anche un po' sciocchi per non esserci arrivati prima?

Ecco, mi è successa da poco la stessa cosa.
E pensare che me l'avete anche chiesto nei commenti, se era normale che il seitan fatto in casa fosse molto più chiaro di quello comprato. E io: sì, certo, perché viene cotto in un pezzo unico e il brodo non penetra all'interno. E allora, perché non cuocerlo a fette?

Beh, tutto sommato un motivo c'era: cuocere il seitan direttamente a fette non è semplicissimo, perché poi come le avvolgi per tenerle in forma?
Ma esiste una via di mezzo! Arrivata ai 2/3 della cottura, dopo circa 30 minuti, ho tolto l'involto di seitan dalla pentola (ormai aveva già preso la forma di un panetto), l'ho raffreddato con acqua corrente, l'ho tagliato a fette e le ho rimesse in pentola (senza garza) per i restanti 15 minuti di cottura.
La differenza si sente e si vede, il colore delle fette è più scuro di quello del "salsicciotto" e anche il sapore è più intenso, essendosi impregnate di brodo. E le fettine risultano perfettamente cotte, a differenza dei panetti grandi che, una volta affettati, dentro possono essere rimasti troppo morbidi, se non proprio crudi.
Insomma, seguire questo passaggio in più può essere seccante, ma non so proprio come ho fatto a non pensarci prima, e la differenza è tale che vale la pena di provare!

21 commenti:

  1. SEI UN GENIO...mi ero posta lo stesso problema ma mica ci ero arrivata, eh? =__O

    RispondiElimina
  2. ...lo dite solo per non farmi sentire cretina. :D

    RispondiElimina
  3. Ehehehehe
    a questa felice intuizione ci sono arrivata anch'io un paio di settimane fa! Guardavo il seitan in vendita e notavo che era... ehm... leggermente diverso dal mio! Le ultime due volte che l'ho fatto ho proceduto proprio così ed in effetti viene molto più sapotito!

    RispondiElimina
  4. ho letto sul cucchiaio verde che lo fanno cuocere con la garza per 30-40minuti poi si toglie la garza e si taglia a fettine..ma poi dicono di proseguire la cottura per 1h30 !!! come mai così tanto? tu hai già provato cuocerlo così tanto?

    ciao.. ciao

    marta

    RispondiElimina
  5. Uhm, il massimo che ho fatto è stato un'ora in totale per il pezzo unico grande... un totale di due ore mi sembra decisamente troppo...

    RispondiElimina
  6. hai provato a prendere il glutine crudo e sbatterlo a pezzi nel soffritto? appena ha fatto la crosticina lo cuoci come un brasato/stufato, col vino o col sugo o coi funghi e lo lasci papppoliare finche' e' pronto...
    io lo preferisco di molto cosi!
    e ci metti meno...
    (il seitan nel tovagliolo l'ho fatto una volta e poi basta, mi fa davvero schifo :-()

    RispondiElimina
  7. Carissima, mai provato, magari faccio un esperimento con qualche pezzo piccolo. :)
    Senti, ne approfitto che passi di qui, ma sai che non riesco a commentare nel tuo blog provvisorio? :( Uff!
    Non puoi aprirne uno con blogspot come tutti i comuni mortali? :D

    Un bacione! :)
    (Pappoliare? Hai qualche avo napoletano?)

    RispondiElimina
  8. e' che tutto sommato non sono una persona da feedback :-D
    chiedi a bea con quale percentuale rispondo al telefono ;-P

    e anche: il mio papone e' di napoli-napoli :-D

    RispondiElimina
  9. Proverò di sicuro!!! Sei sempre un pozzo di idee! :-)

    RispondiElimina
  10. Sì! Sperando di riuscire a commentare! :D

    RispondiElimina
  11. Vera ma il seitan della prima foto, quello a fette grandi, l'hai fatto tu?! E' bellissimo!!

    RispondiElimina
  12. Sì, beh, sono entrambi miei, la seconda foto è di due anni fa, la prima è del mese scorso, più o meno. ^-^
    Grazie! :o

    RispondiElimina
  13. A volte le cose semplici le diamo per scontate e neanche ci pensiamo. Ho seguito il metodo da te proposto e il mio seitan ora è perfetto. L'ho proposto anche a degli amici onnivori, una sera che abbiamo fatto il kebab vegan, ed è piaciuto moltissimo!!!

    RispondiElimina
  14. Evviva! Ma adesso voglio la ricetta del kebab vegan!

    RispondiElimina
  15. ciao Vera! seguendo i tuoi preziosi consigli mi sn data all'autoproduzione...il mio primo esperimento è in pentola..e in tutta la casa c'è un profumo fantastico di salsa di soia e zenzero! spero di non ustionarmi per la curiosità e di riuscire ad aspettare ke si freddi..ti aggiornero'

    RispondiElimina
  16. WoW! è venuto perfetto.. il mio ragazzo ti farà una statua! ;)

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi! ^_^