14 novembre 2008

Resoconto milanese

Ci sarebbero tantissime cose da dire sul fine settimana appena trascorso, ma per ragioni di tempo, di energie e di privacy sono costretta a tagliare corto!
Sospetto che, anche così, verrà fuori un post chilometrico e dettagliato, ma cercherò di contenermi...

Ho conosciuto Barbara di Sai cosa ti spalmi, e per me è stato amore a prima vista.
Barbara ha qualcosa che ricorda la Littizzetto (ma più carina ) e parla con voce sottile, proprio come un podcast. Meglio non lasciarsi ingannare da quel visetto ingenuo... è una persona in gamba e l'aria furbetta lo lascia intuire, agli occhi di un osservatore attento.
Mi sono divertita da morire insieme a lei e la mia devozione nei suoi confronti ha assunto proporzioni enormi, il mio affetto si è fatto imperituro, e la mia fedeltà di moderatrice è assicurata vita natural durante! E questo nonostante io sia stata sottoposta a una seduta di trucco, in strada, su di una panchina, sotto gli sguardi attoniti dei passanti, a colpi di: chiudi gli occhi - apri gli occhi - guarda in alto - guarda in basso - non spalancarli - guarda a destra - guarda a sinistra - socchiudili - ferma così e, mamma mia che occhioni!

Non posso dare tutta la colpa a lei, comunque; Scintilla, appassionata di mineral make up, l'ha fomentata, col sostegno delle altre ragazze di SCTS, che si divertivano come fossero al cinema.
Ho trascorso con loro una giornata piacevole, speciale, e non vedo l'ora di poter ripetere l'incontro...


Il secondo colpo di fulmine l'ho avuto quando ho conosciuto Puccina; più parlavamo e più pensavo che una simile concentrazione di follia ci porta a un livello di somiglianza tale da ricavarne la sensazione di essere gemelle separate alla nascita.
La scena più bella della serata è stata quando eravamo entrambe davanti al Castello Sforzesco, di spalle, a un metro di distanza, parlandoci al telefonino, e non riuscivamo a trovarci.
Puccina mi ha investita come un treno con la sua personalità travolgente, ma credo di essere riuscita a tenerle testa, e ne è risultato un incontro scoppiettante e allegro. E' esattamente così come appare attraverso il blog, una ragazza piena di energia, di inventiva, di voglia di fare, è vitale, molto carina, e anche generosa: mi ha regalato un salamotto di seitan ripieno di tofu e spinaci, e svariati metri di rete per arrosti! Il salamotto era squisito; considerato che da quando ho scoperto il mondo di Puccina desidero ardentemente imitare i suoi matti esperimenti, da oggi in poi saremo in due a dedicarci alle variazioni sul tema "seitan arrosto ripieno".
Cara, immensa stima per te, per la tua audacia e voglia di sperimentare. Non dare importanza a chi ti dice cattiverie: la tua sensibilità culinaria puoi affinarla col tempo, ma la tecnica senza creatività a cosa servirebbe?


La terza folgorazione mi ha colpita al momento di conoscere Emanuela Barbero (e consorte).
Dopo quasi due anni di serrati scambi epistolari ho finalmente potuto abbracciarla e parlarle dal vivo, e anche se ero stanca morta (dopo il corso alla Sana Gola, cambi di metropolitana, una caduta causata da un dosso artificiale - peraltro segnalato da una striscia arancione fosforescente alta 10 cm che non ho visto - e 20 minuti di chiacchiere con Puccina, durante le quali ho bruciato tutte le calorie ingerite durante la giornata) mi sono goduta pienamente la serata trascorsa insieme, davanti ad una morbidissima focaccia alle patate.
Siamo state insieme per poco tempo, ma non dimenticherò mai la sensazione di "casa" che mi ha avvolta quando, finalmente, siamo riusciti a ritrovarci tutti all'interno del parco del Castello: ho dimenticato all'istante il mal di schiena, il peso delle valigie, la stanchezza, e la fame.
Grazie di tutto...


Devo ringraziare infinitamente Cris per avermi portato le suddette valigie in giro per Milano, e Bea per averlo addomesticato a dovere a questo scopo...
Dopo aver scoperto che il mio treno era stato soppresso si sono offerti di ospitarmi per la notte, e gliene sono molto grata; non contenta di aver colonizzato la loro deliziosa casetta (e di aver abusato del divano letto per farmi finalmente una dormita decente) ho costretto Cris a girarmi un video mentre preparavo il seitan a ritmo di musica, canticchiando indifferentemente Rock Dj o Maruzzella... causando attacchi nostalgici alla parte campana della povera Bea.

Le FS (e in generale i trasporti pubblici) mi hanno dato diversi motivi per sviluppare un astio duraturo verso tutta la categoria; dopo aver attraversato a piedi mezza Busto, sono riuscita a raggiungere la stazione, tornare a Milano e prendere il mio amato/odiato treno, arrivando a casa con le ossa rotte, il cuore felice e la consapevolezza che solo l'età mi consente di fare certe pazzie! Anzi, vi dirò, forse sto cominciando a invecchiare... tutte queste peripezie, a volte, mi sembrano un po' troppe da sopportare.


Nella fotografia potete ammirare il mio bottino del rientro, frutto di una serie di scambi e regali: henné biondo da parte di una spalmina di scts; una busta di sospetta polvere profumata, spacciata da Barbara - no, non sono stupefacenti, ma "solo" una maschera per il viso personalizzata; il sale alle erbe di Provenza, il riso Venere, la farina per polenta e i menù vegan sono doni di Manu. Manca solo la rete per gli arrosti di Puccina, purtroppo ho scordato di fotografarla.


Con questo, credo di aver detto tutto quello che di importante era lecito raccontare...

...fatevi pure avanti con commenti, domande o dichiarazioni di invidia massima!

16 commenti:

  1. ciao! :O)

    quando mi ricordo vedo se riesco a farti avere la foto dove Chris era abbarbicato sul davanzale per farti le riprese! ;O)
    Grazie a te di tutto! :O)

    Bea

    RispondiElimina
  2. Vera mi hai fatta morire :D
    La giornata è stata divertentissima anche per me, e sono davvero felice di averti finalmente conosciuta dal vivo. Mi dispiace solo che stiamo abbastanza lontane (ma nemmeno troppo, via, quindi si rifarà :P).
    Appena riesco a definire meglio il mood che mi hai trasmesso, lo esplicito :)
    Ps. riprova le lenti a contatto, sient'ammè!

    RispondiElimina
  3. io esprimo invidia, posso? :)
    E' vero, Barbara ricorda un po' la Litizzietto in versione più carina!!
    Che belli i tuoi incontri, che energia questo viaggio!! Invidia invidia .. :)

    RispondiElimina
  4. Niente foto con gli occhi truccati? ;)
    Cmq mentre tu ti mangiavi il notevole arrosto di seitan io ho sentito come un messaggio subliminale:"VAI E RIPROVA A FARE IL SEITAN-SI,ORA!".Ho detto"ok"..ed è riuscito!!! Grazie in eterno x il suggerimento della manitoba!Credevo l'avrebbe reso ancora più molle e invece no!insieme alla farina integrale è venuto di una fantastica consistenza tipo salame cacciatorino..Era solo un po'pallido, penso fosse un inizio di cianosi xchè stavolta l'avevo veramente strangolato col fazzoletto.. Prox volta soierò di più il brodo, o alla fine lo taglierò a fette come hai detto tu da qualche parte..cmq grazie!!Baci

    RispondiElimina
  5. Mifai venire invidia delle tue scorribande a Milano!! Chi sa se ci incroceremo nella metro, presto anch'io farò un corso lì. Grazie mille a te e Antares per la magnifica ricetta della torta alle carote. SPLENDIDA!!!Gnam gnam gnam gnam
    Marghe

    RispondiElimina
  6. Vera carissima! Ricambio con affetto tutte le cose carine che hai scritto! Rivediamoci, eh?

    Non vedo l'ora di vedere le tue ricette con la rete... Comunque ne cercherò una più grande... Per usare meno rete, invece di fare il nodo, chiudi gli estremi con il filo da cucina. Dovrebbe bastarti per un po'...

    Sono curiosa di vedere il filmeto del seitan... lo metti su youtube? Comincia a venire anche a me la voglia di riprovarci...

    Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  7. Le fantastiche avventure di Vera!
    Dovresti incontrarci tutti,secondo me :P

    RispondiElimina
  8. congratulations for your blog!
    it's very nice!
    by The Engineer!

    RispondiElimina
  9. Bea, mi farebbe molto piacere! :)
    Un abbraccio da boa constrictor!

    Barbara, vero, siamo lontane ma non tantissimo... e poi chissà dove mi porterà la vita, tra qualche mese. ;-)
    Sulle lenti a contatto, come ti ho detto, l'idea c'è, nel caso ti aggiornerò. :)

    Sara, invidia pure! Ma qualche speranza di incontrare anche te, non ce l'ho?

    Emi, la foto esiste, ma mi vergogno a pubblicarla! :D
    Sono contenta che il tuo seitan stia migliorando...

    Marghe, chissà, potremmo anche incontrarci, se ci mettiamo d'accordo per tempo. :)

    Puccina, ti rivedo più che volentieri, tranquilla! :)
    Il filmato del seitan finirà di sicuro su youtube, se verrà bene, ma per questo aspettiamo news da Cris con caaaaaalma e senza fretta. ;-)

    Anonimo, eh sì, fosse per me incontrerei tutti i miei lettori, ma non ho l'ubiquità. :) E i biglietti dei mezzi pubblici non sono gratuiti!

    Engineer, grazie e benvenuto! :)

    RispondiElimina
  10. Invidia invidia invidia!
    Questo racconto mi dà un sorriso in questa brutta giornata!

    RispondiElimina
  11. Davide, mi spiace che tu abbia avuto una brutta giornata, ma sono contenta di averti fatto sorridere. ;-)

    RispondiElimina
  12. Scoppiettante! Il tuo resoconto è carino da matti: ammetto di invidiare nell'ordine... rete per arrosto, arrosto, maschera in polvere, risate e cordialità dei vostri incontri.
    :)

    RispondiElimina
  13. Grazie Vera, sei proprio un tesoro!

    RispondiElimina
  14. @Davide: ^-^

    @Claud: mi sfugge la tua ubicazione sul territorio italiano... non è che ci si riesce a beccare, così posso scrivere un nuovo post generatore d'invidie? :)

    RispondiElimina
  15. Resoconto divertente e intenso! ;)

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi! ^_^