20 maggio 2006

Latte di sesamo

Sembra caffelatte e sa di caffelatte, ma non è caffelatte.

E' latte di sesamo.

Sembra caffelatte perchè ho aggiunto le uvette centrifugate che danno il colore scuro; sa di caffelatte perchè ha un retrogusto un po' amaro... non so se sia normale, comunque non è malaccio, anzi.
E' un gusto decisamente particolare e se vi piace il caffè, lo apprezzerete.

Seguendo la ricetta di MissVanilla per il latte di mandorle, ho fatto così:
Ho messo a bagno per tutta la notte i semi di sesamo, cambiando ogni tanto l'acqua; poi li ho frullati con altra acqua in proporzione 1:2 (o anche 1:3, una parte di sesamo e tre di acqua) e filtrato il centrifugato con un colino. Il sapore, a questo punto, era estremamente amaro... non so il vostro, ma il mio sesamo ha sempre questo retrogusto, anche nel croccante; se qualcuno sapesse spiegarmi perchè, gliene sarei grata.
Quindi ho preso una manciata di uvette del commercio equo e solidale (rispetto a quelle del supermercato il sapore è mooooolto migliore!!), precedentemente reidratate per un'ora, e le ho frullate con un goccio d'acqua. Ho filtrato anche questa poltiglia, aggiungendo il succo al latte di sesamo. E il gioco è fatto.

14 commenti:

  1. che mitica!

    comunque, mi chedevo, la proporzione 1:2... cos'è 1 e cos'è 2? ci va più acqua o più sesamo, insomma? non è chiarissimo.

    comuqnue ti volevo dire che con il tuo blog stai davvero facendo un servizio utile per tante persone.

    ciao!
    piperita

    RispondiElimina
  2. Uhm... provvedo a correggere. Comunque 1 è sesamo e 2 è acqua. ^_^
    Uhm... a dir la verità... forse andrebbe bene anche 1:3, bisognerebbe provare.

    0_0 grazie, mi fa piacere sentirtelo dire! 0_0

    RispondiElimina
  3. Vera è un mito!!!!

    E' la mia ricettologa e sperimentatrice ufficiale, un pozzo di sapienza e fantasia partenopea!!
    Insomma sta donna è uno spettacolo!!
    :)

    PS ho messo il sesamo a bagno ;)

    RispondiElimina
  4. Sara, il mio qui presente ragazzo è piuttosto scettico, tuttavia concorda sulla definizione di "spettacolo". Ma meglio non dirti a cosa si riferisce di preciso...

    Secondo me si è conservato un pezzo di frittata di ceci afrodisiaca, sono tre giorni che mi da la caccia. Gulp!

    Fammi sapere com'è il tuo latte di sesamo, io intanto mi preparo a qualche verdurata crudista... ultimamente ho notevoli problemi a digerire i cereali cotti, ma per fortuna l'estate è ricca di frutta e verdura! ^-^

    RispondiElimina
  5. mmmmh...che BUONA! E dire che io non sono granchè amante del sesamo 8troppe barrette di sesamo e miele nella mia infanzia!!!)

    GRAZIE!

    principessa capricciosa

    RispondiElimina
  6. Ciao principessa! Ma quindi hai già provato la ricetta?
    Caspita, un lampo! ^_^

    RispondiElimina
  7. Grande Vera!!!
    Questa la devo proprio provare.
    Piero

    RispondiElimina
  8. Piero, sei un amante del sesamo o del caffelatte? ;-)

    E' un onore averti qui! :)

    RispondiElimina
  9. Ciao Vera, ho preso da poco la SoyQuick, i primi esperimenti con il latte di soia sono stati un po' deludenti (fagiolosi, direi :D - il tofu al contrario e' riuscito benissimo!) per cui pensavo di buttarmi sul latte di sesamo, come latte da bere (peraltro l'ho gia' provato col frullatore prima di avere la SoyQuick, ed era venuto buonissimo).

    Veniamo al punto. Pensi che si possa fare a caldo? Perche' nel manuale della SoyQuick c'e' scritto di non usare il procedimento a freddo piu' di un paio di volte di seguito... Che ne pensi?

    RispondiElimina
  10. Ciao maya!
    Dunque, se posso permettermi, se intendi fare il latte di sesamo col procedimento a freddo tanto vale usare il frullatore, che è anche più facile da pulire!

    Secondo me si può fare anche a caldo, il sapore potrebbe essere diverso, direi di fare una prova e vedere come ti piace di più. :)

    Non capisco in che senso "c'e' scritto di non usare il procedimento a freddo piu' di un paio di volte di seguito", nel mio libretto della Sojafit non c'è nulla del genere!

    RispondiElimina
  11. Per come l'ho capita io, il procedimento a freddo va usato 2, massimo 3 volte di seguito, e poi bisogna farne uno a caldo prima di provare a farlo di nuovo a freddo... del perche' non ne ho idea :|

    Domattina se tutto va bene provo il latte di sesamo a caldo... il problema di farlo a freddo col frullatore e' che non sono ben attrezzata per il "filtraggio" :D problema facilmente risolvibile, lo so, ma ormai che ho la SoyQuick la provo per bene :D

    RispondiElimina
  12. Uhm, forse la macchina in qualche modo si rovina? Bah!

    Comunque per filtrare basta un fazzoletto... a futura memoria! Nel frattempo datti pure agli esperimenti, e facci sapere!

    RispondiElimina
  13. Alla fine l'ho fatto a freddo... la cosa buona e' che il filtro non si impasticcia per niente, basta sciaquarlo :D la cosa buffa e' che laltro giorno stavo leggendo il tuo post sulla macchinetta che hai preso, e leggevo della carica dall'alto... rosicavo, perche' effettivamente montare il filtrogia' pieno e' una cosa ai limiti dell'impossibile, specie coi fagioli di soia... ieri mi sono accorta che anche la mia ha la carica dall'alto XD ero convinta che quel cunicolo comunicasse con la brocca, e invece comunica col filtro XD tanto meglio!

    RispondiElimina
  14. Non se l'unica che c'è cascata!

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi! ^_^