11 aprile 2008

Balconaggio 2008

Lo scorso settembre non ci siamo lasciati troppo bene, su questo argomento.

Forse ricorderete che il lampone è morto di cancro del fusto, il fagiolino probabilmente anche, le zucchine si sono seccate per il mal bianco dopo avermi regalato due fiori, e pure le melanzane, dopo aver schiuso qualche fiorellino violetto, si sono suicidate; i pomodori mi hanno fatto compagnia fino a novembre ma di frutti non si è vista traccia ed ho ucciso una quantità imprecisata di erbe aromatiche.

Poi ci ho riprovato: i piselli però sono schiattati, le carote pure, i cavoli non sono mai spuntati e le rape da cima si sono soffocate a vicenda; la balconetta di spinaci non ricordavo neanche di averla seminata dato che non è spuntano nemmeno un germoglio (ma su Forum Etici ho scritto di averlo fatto), e le talee di stevia sono irrimediabilmente seccate.


Però qualche notizia positiva c'è. Ho un prezzemolo salvato in extremis dal cesto del fruttivendolo che si espande rigogliosissimo da mesi; una maggiorana che, una volta sfoltita, si sta irrobustendo; una menta che dopo un periodo di coma è tornata alla ribalta più gagliarda che mai; il basilico ormai è seccato, ma solo a dicembre, dopo una abbondante fioritura; la stevia, seppur seccata su due rami, si sta riprendendo sul terzo ed ha un bel ciuffetto di foglie verdissime.
Le insalatine da taglio si sono opposte ai rigori invernali con spirito eroico e perfino qualche semino autarchico di rucola ha trovato terreno fertile nei miei vasi! Una piantina di (credo) pomodoro sta crescendo dalla fiancata del mio compost e cinque piantine di piselli su otto sembra ce la stiano facendo a venir fuori dal terreno.

Quest'anno ho cambiato strategia: mi sono procurata due vasi di dimensioni maxi (rispettivamente 60x35x35 e 80x40x40 cm, che non sarà come coltivare in piena terra, ma è già qualcosa) e cercherò di non sovraffollarli... vi ho seminato piselli (in quello piccolo) e pomodori e peperoni (in quello grande). Comunque, dato che ho appurato che i risultati migliori li riesco ad ottenere con insalatine e simili, ho sparso nelle balconette abbondante misticanza, spinaci e rucola (separatamente). Sulle altre pianticine... pregherò per loro gli dei della Terra (l'idea di portarmi sul balcone una statua di Priapo mi sorride sempre, ma visto il soggetto, evito)!

A proposito di Terra, anzi di Terre, nel numero di marzo c'era un articolo dedicato al balconaggio con interessanti interventi di erbaviola e di me stessa medesima in persona (la sottoscritta). Grazia fornisce utili suggerimenti per metter su un piccolo orto su balcone; io ammetto il mio pollice nero... ma ne esco un po' meglio parlando di compostaggio domestico, forno solare ed essiccatoio!

Comunque mi sto impegnando a trattare bene le piantine. Capitano ancora giornate fredde e piovose, ma in generale il sole inizia a picchiare per un considerevole numero di ore al giorno, così mi devo ricordare di innaffiare più spesso, ma la situazione è gestibile.
Sto spruzzando le piante con acqua e olio essenziale di eucalipto per tenere lontani gli afidi e spero di riuscire a procurarmi a breve quello di neem, ancor più efficace...
Sto anche prendendo atto dei miei errori e dei limiti della coltivazione sul balcone; il mio è terribilmente ventoso e molto esposto al sole, così il terreno asciuga in fretta e le piante, in un certo senso, si "rovinano" a causa del vento; inoltre, credo di avere qualche serio problema ad azzeccare il momento giusto per le semine, dato che Astra ha delle bellissime piante di pisello e io invece ho dei cosini tristi alti 10 cm... però ho scoperto di avere un talento naturale per le verdure da taglio: misticanza a volontà, crescione invadente, spinaci che stanno formando tanti sorridenti mazzettini e rucola che timidamente si affaccia alla vita...
Poi ho seminato stevia, basilico e lattuga di maggio, ma con poche speranze, tanto per fare: sembra però che stevia e basilico stiano germogliando, così come la borragine (che sogno di impanare). Pomodori e peperoni non ne vogliono sapere di uscire (beh, considerati gli attacchi di Tarty, che vedete nella foto in alto, non li biasimo) mentre ho dei semi di pomodoro Roma che germogliano un po' ovunque, risalenti all'anno scorso, autoseminatisi!
In generale sono fiduciosa, sono sicura che con più attenzioni, organizzazione e cure riuscirei ad ottenere buoni risultati... e qualcuno lo sto già ottenendo.

I miei punti di riferimento restano sempre i consigli di Erbaviola, che tanto mi ha aiutata lo scorso anno, e il forum Orto frutteto e giardino su FE... per quanto riguarda la reperibilità di sementi biologiche, vegan e/o antiche, vi aggiornerò tra qualche giorno, devo raccogliere le idee!

14 commenti:

  1. secondo me il gatto ti mangia i germogli appena spuntano ;-)

    RispondiElimina
  2. Uhm... ha una predilezione per gli spinaci, ci ha riprovato. >_<

    RispondiElimina
  3. cara Vera ti leggo sempre...sempre speciali e personalissimi i tuoi post...a presto :) Lucy

    RispondiElimina
  4. In bocca al lupo...ma quanto è bella Tarty????
    PS: la mia gatta va matta per le foglioline di menta: ho il gatto con l'alito più fresco del mondo ;>

    RispondiElimina
  5. No, è una bimba cattiva, mi ha fatto di nuovo la pipì nel vasooooooooo! :( :( :(

    RispondiElimina
  6. Povera Tartyyyyy!!! Devi farle due vasi dedicati: uno toilette estiva e uno con le sue erbette preferite. I miei cicci pelosi per esempio adorano la rucola e il radicchio rosso, mentre detestano tutti gli odori menta compresa. Gli porto sempre un po' delle loro preferenze dall'orto. Tarty ha diritto al suo orticello bio in terrazzo!!! :D L'erba gatta invece è l'equivalente della cannabis per noi, in realtà è una droga leggera per i gatti, non un'erba depurativa come dicono... vomitano perché esagerano, non perché si depurano. Succede anche a noi se ci spariamo tre canne di fila :D Vera, la mia campagna di questa estate sarà la giusta informazione su gatti e erba gatta: "Basta gatti drogati, date l'insalata a questi poveri gattini!!" Mi aiuti? Partiamo in battaglia? :D

    RispondiElimina
  7. Erba, purtroppo Tarty si è autoregalata il vaso nella foto come toilette nuova, ci ha fatto la pipì almeno due volte, noooooooo!!!
    Ho provato a mettere l'aglio tritato, ma lei lo seppellisce e poi fa i fatti suoi! :P

    La mia gatta allora è una grande cannista, ne mangia tutti i giorni, ma poca, infatti è molto raro che vomiti (mi avevano spiegato che i cani vomitano con l'erba per depurarsi, non i gatti!).
    Ci sto per la campagna informativa, ma io farei informazione pro-erba gatta! :D
    Stupefacenti consapevoli, insomma. ;-)

    RispondiElimina
  8. ok, sìsì sono d'accordo! io vorrei che aggiungessero altra erba che i gatti gradiscono, per esempio insalatine varie... non solo erba gatta! :) Poi di quella fanno quel che gli pare ;)

    RispondiElimina
  9. Lei è abbondantemente foraggiata anche con pomodori, li adora. ;-)
    L'insalata non le piace tanto, invece. :)

    RispondiElimina
  10. Ho trovato il tuo blog mentre cercavo una ricetta vegan di sfoglia per i ravioli.
    Abito in Inghilterra in una casa con un piccolo cortile, tutto pavimentato, e sto cercando di fare un po' di "balconaggio" ("cortilaggio"?), con risultati che per diplomazia definirò "non proprio consistenti". Però non perdo la speranza.
    Grazie per la dritta sull'olio di eucalipto, che cercherò di procurarmi quanto prima, anche se se il nostro problema vero sono le lumache, e come allontanarle in modo "non violento".
    Complimenti per il blog, è molto bello e pieno di entusiasmo!

    Stefania

    RispondiElimina
  11. Grazie Stefania!
    Se vuoi scambiare esperienze con altri contadini da balcone (o da mini orto) puoi aggregarti alla comunitù di forumetici.it dove troverai anche qualche consiglio antilumaca! :)

    RispondiElimina
  12. O_O sei una pianticida^^
    (Ti assomiglio ghgh)...
    Adoro il tuo blog, è fantastico e mi ha dato tante idee buone..complimenti

    RispondiElimina
  13. Che bello, un blog pieno di spunti interessantissimi!
    Il progetto mio e di mio marito è di trasferirci in campagna in futuro, e per ora ci stiamo dedicando a incrementaere le nostre conoscenze sull'autoproduzione.
    Sto anche aspettando che mi consgnino L'orto sul balcone che ho acquistato on-line (dopo aver letto il manuale pratico di downshifting.)
    A presto!

    RispondiElimina

Non dimenticate di firmarvi! ^_^